Syskrack MK3 “Anniversario” – la stampante 3D made in Basilicata

Stampante 3D Raprap made in Basilicata
image - Fablab - Hackerspace - Makerspace in Basilicata

PREMESSA

Il 24 gennaio 2024 è sarebbe stato il compleanno di Peps.

Per celebrare questa data importante abbiamo deciso di continuare uno degli ultimi progetti che Peps aveva iniziato: la stampa 3D Rep Rap FDM.

Il Syskrack Lab è nato ed è cresciuto molto grazie al progetto del FabLab, alle stampanti 3D e al mondo dei makers, dell’open source-hardware.

Dal 2014 assembliamo, costruiamo, sperimentiamo nel mondo della fabbricazione digitale.

Abbiamo una riconosciuta credibilità in questo campo, nonostante il mondo, il mercato e la tecnologia della stampa 3D sia molto cambiata da allora: abbiamo sviluppato spin-off, fatto corsi, workshop, consulenze, sviluppato prototipi, forkato progetti interi, porting e diavolerie di ogni genere… molto spesso un po’ lontani dal mainstream ma sviluppando un network di rilievo in tutta Europa.

Dal 2017-18 il progetto del FabLab è in “declino”, per carenza di persone fisicamente presenti sul territorio.

Questo non ci ha impedito di lavorare e rafforzare invece la parte online, che ci tiene globalmente uniti e connessi per lavorare da ogni parte del mondo e di poter alimentare la spinta e dare supporto a chi è ancora a Grassano.

È così che Rocco Degiacomo e Giuseppe Abbatangelo, con l’aiuto di Vincenzo Degiacomo, a Grassano hanno deciso di costruire una nuova stampante 3D o meglio una nuova Syskrack i3:

La Syskrack MK3 Anniversario

Questa stampante ha cercato di mettere insieme tutta l’esperienza e le competenze maturate nel corso dei nostri 10 anni di attività!

Syskrack MK3 Stampante 3d Basilicata - Fablab - Hackerspace - Makerspace in Basilicata

QUALI MIGLIORAMENTI IN QUESTA NUOVA STAMPANTE?

La Syskrack Mk3 Anniversario nasce su un frame della Syskrack Evo.

Forse vi ricorderete della Syskrack Evo, la stampante che abbiamo progettato nel Syskrack Lab nel lontano 2017.

I pezzi dell’asse Z e alcuni del gruppo estrusore sono ispirati alla stampante Prusa di Josef Prusa che rappresenta una pietra miliare nella storia dell’evoluzione della tecnologia del 3D printing FDM.
Il progetto Prusa è un progetto Open Source Hardware!

Nello specifico l’asse Z si rifà alla Prusa MK3 insieme ai nostri motori che hanno barre filettate trapezoidali essenziali per il buon funzionamento del nostro progetto, mentre il gruppo estrusore alla MK2 Originale. Per quest’ultimo abbiamo dovuto riprogettare alcune componenti per evitare di perdere preziosa area di stampa.

Ma passiamo all’elettronica!

Infatti sotto questo aspetto ci sono delle novità bollenti!

Già in passato avevamo testato le potenzialità delle schede elettroniche dell’azienda BigTreeTech su un paio di Core XY( la OnePuff e la FuseBox) e su una stampante di tipo Delta ( la nostra cara “Ballerina”).
Semplicemete fantastiche.
Per il nostro progetto, abbiamo utilizzato la potentissima SKR V1.4 Turbo a 32 bit, insieme ai driver Sensorless TMC2209 con display ibrido TFT35 V3.0.
Ti piacerebbe un articolo specifico sul firmware/elettronica? Faccelo sapere nei commenti!

Perchè 32 bit?

Una scheda a 32 bit permette di svolgere molte più “operazioni” contemporaneamente.
Diciamo che la nostra stampante diventa sempre più simile ad uno smartphone per quanto riguarda la potenza di calcolo.
Questo apre ad una infinità di possibilità.
Basti pensare che è in grado di farci giocare a dei semplici videogiochi arcade o emulare un interfaccia a 8 bit.
Ciò consente di mantenere le funzionalità del buon vecchio Marlin Original anche sul nuovo firmware.
Infatti, un po ‘di scuola RepRap non guasta mai.
Nel laboratorio avevamo una vecchia stampante 3D della Geetech che ci avevano donato.
Abbandonata ed impolverata, abbiamo deciso di darle una nuova vita recuperando i motori, i cablaggi, le cinghie, alcuni cuscinetti, il piano di stampa riscaldato,il termistore e le resistenze, bullonerie varie.

Come accennato poc’anzi, il firmware utilizzato è Marlin- V 2.1.2.1.

Per lo slicing abbiamo optato per Prusa Slicer con piccoli accorgimenti per far sì che si adattasse bene al nostro progetto.

Il 18 Gennaio 2024 c’è stato il primo avvio della stampante: SBAM!
Ci siamo subito resi conto che avevamo di fronte una macchina degna del nome che gli avevamo dato.

Il 24 Gennaio la Syskrack Mk3 Anniversario era ufficialmente nata in onore del nostro amico Giuseppe “Peps” Porsia.

Come hai letto nel titolo la stampante è disponibile online e Open Source.
Puoi scaricarla e replicarla direttamente qui.

Se vuoi/puoi lasciare una mancia a noi ricercatrici e ricercatori!
In particolare si ringraziano Rocco Degiacomo, Giuseppe Jaa Abbatangelo e Vincenzo Degiacomo per aver lavorato con passione ed entusiasmo al progetto e averlo sviluppato nel #SyskrackLab.

Live Long and Prosper 🖖

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.